Ciclicamente

Arriva ciclicamente un momento in cui penso ecco questo è il fondo, non sono mai stata così tanto giù e non sono in grado di discernere se veramente sia un nuovo fondo o se sia sempre lo stesso, addolcito nei ricordi. Non so se siano anni che mi sento così o siano anni che peggioro in continuazione.

Lo schema è sempre lo stesso: inizia tutto da un periodo in cui per qualche ragione incomprensibile sono estremamente socievole, esco chiacchiero rispondo sui gruppi whatsapp, che viene bruscamente interrotto da uno tsunami di ansia, perché non dovrei uscire così tanto, dovrei pensare di più al lavoro, dovrei dedicarmi anima e corpo alla ricerca. Parte quasi istantaneamente un malumore bestiale, che peggiora ad ogni “ma stai bene?” e/o “è successo qualcosa?” del prossimo giustamente perplesso dal cambiamento repentino. Odio tutti, provo fastidio appena qualcuno respira troppo vicino a me. Mi isolo totalmente, non parlo con nessuno, non guardo in faccia chi mi rivolge parola, l’odio verso tutti ma soprattutto verso me stessa aumenta esponenzialmente, ho momenti di rabbia furibonda alternati ad apatia totale. Poi arriva il panico. Dopo qualche giorno di pianto continuo e violento cominciano a formarsi nella mente buoni propositi, progetti di miglioramento, adesso sto qualche altro giorno da sola e mi rimetto in sesto e appena sono di nuovo presentabile ricomincio a parlare con le persone e chiedo scusa se sono sparita. Sto ancora da sola, vado ancora nel panico, che è amplificato, è sempre peggio, non vedo via di uscita. La durata di quest’ultima fase non dipende da me, ma dall’esterno: si protrae finché non si palesa un evento esterno, di solito lavorativo, che mi forza a interagire con le persone. Al panico si mischia la vergogna, perché sono un casino, perché sono scema, perché non so gestirmi, perché chissà cosa pensano gli altri di me. Poi pian piano la situazione si stabilizza, funziono correttamente per un po’. Poi prendo confidenza, mi sento troppo sicura, comincio a chiacchierare troppo. Poi da capo.

Dopo qualche giro dovrei imparare a non ricascarci, no? Dovrei riconoscere il pattern sempre uguale e cercare di uscirne. E invece sono sempre qui.

Abbattuta da me stessa.

Annunci

5 pensieri riguardo “Ciclicamente”

    1. Sarà la decima volta che ritorno a scrivere su wordpress sperando che mi salvi, di solito finisco col cancellare tutto e pensare di sparire da internet per la vergogna. Magari fosse diverso stavolta.

      Mi piace

      1. Eh, un po’ ci provo, però la maggior parte delle volte che provo a mettermi a scrivere mi rendo conto di non avere molto da dire e quindi rinuncio

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...